Agenzie immobiliari e fase 2, visite permesse solo in case disabitate.

Venerdì, 08 Maggio 2020 08:03

Dal 4 maggio è iniziata la fase 2 anche per le agenzie immobiliari che hanno riaperto le loro porte sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza dettati dal dpcm del 26 aprile. Un punto critico riguarda però le visite previste per le case in vendita e in affitto, che, secondo le faq del governo, dovrebbero avvenire solo in case disabitate.

Le faq del governo sul coronavirus contengono le risposte alle domande più frequenti riguardanti la fase 2 dell'emergenza, dalle visite ai coniugi agli spostamenti verso le seconde case. Una delle faq riguarda proprio le agenzie immobiliari.

Posto che il DPCM 26 aprile 2020 considera le attività immobiliari, tra cui quelle di mediazione immobiliare, non rientranti tra quelle sospese, costituisce una ragione legittima di spostamento il recarsi presso un’agenzia immobiliare o effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o da locare?

Sì. Tuttavia le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate.

La risposta non è piaciuta però alle associazioni del settore. La Consulta immobiliare, formata dalle associazioni più rappresentative del comparto, ha infatti chiesto al premier Conte un intervento celere e deciso per modificare quanto previsto dalla Faq, limitandola, nel caso solo ai casi in cui "il professionista non dichiari al cliente di agire nel rispetto delle norme di sicurezza". Questo anche per evitare che ci siano perdite del 70-8% per le agenzie immobiliari e disservizi per i clienti.